2 views
0

Il 2020 è stato l’anno di Zen 3, nuova architettura di AMD che ha riportato in campo una lotta ad armi pari con la rivale Intel che non si vedeva da decenni. Per quanto riguarda il futuro della casa di Sunnyvale, la roadmap ufficiale prevede il debutto dell’architettura Zen 3+ nella seconda metà di quest’anno e l’arrivo di Zen 4 nel 2022, segno di una costante ricerca di miglioramento e progresso.

Da qualche giorno però circolano in rete voci su futuri prodotti e nello specifico sui nuovi processori Zen 5, che stando a quanto riportato, saranno prodotti nel nodo 3nm di TSMC e saranno lanciati probabilmente nel 2024, in concomitanza con il lancio dei futuri processori Ryzen 8000. Il nome in codice dell’architettura, stando a quanto riportato, sarà “Strix Point” e segnerà un definitivo punto di rottura con le architetture viste fin ora sulle CPU AMD. Infatti, analogamente ai processori Intel Alder-Lake ed Apple M1, i processori di ottava generazione della casa di Sunnyvale saranno dotati di un core design big.LITTLE, con core ad alta potenza e bassa potenza in grado di migliorare l’efficienza energetica in funzione dei task a cui è sottoposto il sistema.

Ricordiamo comunque che si tratta di rumor di prodotti che sono ancora in uno stato di progettazione preliminare e vi invitiamo quindi a prendere le notizie con le dovute cautele. Non ci resta allora che attendere ulteriori novità su queste nuove CPU, che dimostrano come in futuro i processori visti fin ora subiranno un cambiamento radicale dal punto di vista del loro funzionamento.