0

In Grecia esiste un’isola in cui non è più possibile giocare a Pokémon GO. Non si tratta né di uno scherzo né di qualche conseguenza dovuta a delle cause legali, ma bensì di un particolare problema legato ai dati provenienti da Open Street Maps, di cui il titolo di Niantic fa ampio uso. Fonte di questo errore è l’isola greca Salamina.

La problematica sta impedendo quindi alla piccola ma appassionata community del titolo con sede nell’isola di giocare a Pokémon GO per un motivo decisamente particolare.

Pokémon GO

Un errore di natura ignota ha infatti fatto segnare la zona come territorio selvaggio su Open Street Maps e ciò ha di conseguenza inibito lo spawn di qualsivoglia creatura. Considerando come Salamina sia un’isola da 40.000 abitanti circa, si tratta quindi di un’errore chiaramente grossolano, che ha messo in difficoltà i numerosi giocatori del posto.

Il tutto non può essere purtroppo sistemato in breve tempo e, sebbene per gli utenti sia possibile correggere tali errori tramite segnalazioni, le modifiche in questione non vengono subito riportate su Pokémon GO ed è quindi spesso necessario aspettare anche diversi mesi prima di vedere tutto sistemato. Per questo motivo la community di Salamina si sta attualmente attivando per scavalcare tale ostacolo e risolvere la problematica contattando direttamente la software house.

Che ne pensate di questa notizia, avreste mai pensato che il celebre titolo di Niantic non sarebbe stato disponibile in tutto il mondo? Quali sono le vostre impressioni su questa vicenda, secondo voi è da rivedere il modus operandi di Pokémon GO? Fateci sapere che ne pensate direttamente nei commenti!