9 views
0

All’E3 2019 abbiamo potuto assistere alla presentazione di Project xCloud, il nuovo servizio di game streaming di Microsoft. Sappiamo che sarà gratuito e che permetterà di trasformare la propria console in un server da sfruttare per giocare con vari device, come PC e dispositivi mobile, alla propria libreria titoli di Xbox.

Dopo la conferenza, inoltre, è stato possibile provare con mano questo nuovo servizio. Tra i molti tester c’era anche il team di Ars Technica il quale ha fatto delle prove con Halo 5: Guardians, utilizzando un Samsung Galaxy S8, un controller Xbox One e la rete Wi-Fi dello stand Microsoft. Come potete vedere nel video poco sotto, il ritardo è di soli 67 millisecondi. Per riferimento, la versione console di Halo 5 ha una latenza di 63 millisecondi (secondo i test del 2017 di Digital Foundry).

Digital Foundry, tempo addietro, aveva eseguito dei test simili su Google Stadia e il risultato era stato di 166 millisecondi. Ovviamente questo tipo di prova non è sufficiente per verificare la latenza dei due servizi e bisognerà vedere in ambiente domestico con la connessione quotidiana (con tutte le sue problematiche) quali saranno i risultati.

Si tratta, in ogni caso, di un primo test che lascia ben sperare. Project xCloud sarà testabile verso la fine dell’anno: diteci, cosa ne pensate di questo nuovo servizio di Microsoft? Vi intriga? Oppure non è qualcosa che fa per voi?