1 views
0

Epic Games ha comprato Houseparty, un’app di videochat fondata nel 2015 per certi versi simile a Snapchat disponibile su Android, iOS e macOS. È particolarmente apprezzata dagli adolescenti, lo stesso gruppo demografico in cui va forte Fortnite, la “gallina dalle uova d’oro” (ricavi stimati in 2,4 miliardi di dollari nel solo 2018) di Epic. Non sono noti, come al solito, i termini economici dell’operazione.

L’acquisizione è particolarmente calzante perché la forte vocazione social di Fortnite è ritenuta uno degli elementi che hanno maggiormente contribuito al suo successo. L’amministratore delegato di Epic, Tim Sweeney, osserva:

Houseparty riunisce le persone, creando interazioni sociali positive in tempo reale. Alleandoci, possiamo creare esperienze condivise ancora più divertenti di quanto potremmo fare da soli.

Aggiunge Sima Sistani, co-fondatore e amministratore delegato di Houseparty:

L’unione con Epic è un grande passo avanti per il nostro obiettivo di portare empatia nelle comunicazioni online. Abbiamo una visione comune di rendere l’interazione umana più semplice e piacevole, senza rinunciare alla privacy degli utenti.

Per il momento nulla cambia: Houseparty rimane disponibile con le stesse modalità di prima, gli account rimangono separati e non ci sono modifiche a elementi come liste amici e preferiti. Non sono stati annunciati piani per il futuro, ma è lecito aspettarsi quantomeno un’integrazione più stretta tra l’app e i prodotti software di Epic.