2 views
0

Microsoft Flight Simulator non sarà il titolo sulla bocca di tutti e nemmeno uno dei più attesi del 2020, ma dai vari aggiornamenti sullo sviluppo (ancora in corso) denotiamo un importante e rivoluzionaria attenzione ad ogni singolo aspetto simulativo, come non era mai stato fatto fino a oggi per la serie. In un nuovo video diario gli sviluppatori di Microsoft e Asobo Studios ci spiegano che tipo di tecnologia stanno utilizzando per creare il gioco e in che modo lo stanno facendo.

Tale tecnologia usufruirà del cloud per riportare in gioco tutti i dati relativi a ogni zona terrestre, e questo permetterà al giocatore di volare per tutto il globo ricreato in 3d in modo minuzioso. Graficamente i risultati si vedono e sono di forte impatto, il realismo raggiunto grazie a questa tecnologia da un assaggio tangibile di next gen e di un realismo ormai sempre più a portata di mano.

Il video diario mette in risalto i risultati ottenuti fin ora durante lo sviluppo. Possiamo notare una grande attenzione da parte del team nella ricostruzione delle diverse aree del pianeta, e nelle riproduzioni fatte a mano in 3D. Il misto di dati raccolti dai satelliti, dalla geolocalizzazione e da fotografie a terra permetterà di creare un pianeta Terra il più verosimile possibile, tutto da esplorare per i piloti virtuali dall’alto dei suoi cieli.

Microsoft Flight Simulator è ancora in fase di alpha e non ha ancora una data d’uscita ben precisa, resta comunque previsto per il 2020 in uscita su Pc e Xbox One (e presumibilmente Scarlett). Siete incuriositi da questa nuova tecnologia? Ma soprattutto, sarete tra coloro che solcheranno i cieli in Microsoft Flight Simulator? Diteci la vostra.