0

Un’alleanza per aumentare la sicurezza di Android, fermando le app contenti malware prima ancora che raggiungano il Play Store: è l’App Defense Alliance, la nuova iniziativa annunciata oggi da Google e che vede il coinvolgimento di alcune aziende di sicurezza come ESET, Zimperium e Lookout.

‎Secondo Google, il sistema operativo Android è attualmente installato su oltre 2,5 miliardi di dispositivi, abbastanza per rendere la piattaforma “un obiettivo attraente” per tutti i malintenzionati, che possono provare a integrare nelle app malware o porzioni di codice segreto progettato per spiare e sottrarre i dati sensibili degli utenti.

Uno scenario che, come ben sappiamo, nell’ultimo anno si è verificato di frequente sul Play Store, con Google costretta a inseguire per arginare questo tipo di iniziative e eliminare le minacce. Grazie però all’alleanza con questi tre colossi della sicurezza, Google spera di dotarsi di nuovi e più efficaci strumenti al fine di migliorare l’analisi delle app prima di dare il via libera alla loro pubblicazione sul Play Store.

In realtà come sapete se possedete uno smartphone con sistema operativo Android, Google utilizza già ‎Play Protect, ‎‎il suo servizio di protezione antimalware integrato nel sistema operativo, ma utilizzato anche per effettuare la scansione di miliardi di applicazioni ogni giorno sul Play Store, tuttavia questa misura sembra non essere sufficiente e così il colosso di Mountain View sembra aver sentito il bisogno di chiamare i rinforzi. In teoria, con più aziende e più sistemi di analisi che aiutano a eseguire la scansione delle app presenti sul Play Store, si dovrebbe effettivamente avere una più elevata probabilità di scovare le app malevole e impedire che gli utenti le installino sui propri dispositivi.‎‎