6 views
0

AMD ha annunciato l’intenzione di favorire l’evoluzione di un ecosistema di mini PC che possano competere sul mercato con le soluzioni di Intel NUC (Next Unit of Computing) e le proposte analoghe di altri produttori.

A differenza di Intel, impegnata in prima persona con mini PC che offre completi di tutto o in versione “barebone”, a cui aggiungere memoria e storage, AMD ha scelto di non proporre soluzioni realizzate in prima persona, ma di lasciare ai partner carta bianca.

mini pc amd ryzen embedded

L’unico aspetto centrale dell’offerta è il processore, Ryzen Embedded V1000 e R1000. In precedenza vi erano state indiscrezioni sul fatto che questi mini PC non avrebbero usato chip embedded, ma a quanto pare si sono rivelate parzialmente errate.

mini pc amd ryzen embedded

E proprio Simply NUC, insieme ad ASRock Industrial, EEPD e Onlogic hanno annunciato che realizzeranno mini PC basati sui processori di AMD. I sistemi, come le proposte Intel NUC, si rivolgono ai settori più disparati: multimedia, industria, comunicazioni e imprese. È tuttavia chiaro che AMD inizialmente si rivolge più al mercato enterprise e professionale che al settore dei consumer.

I Ryzen Embedded R1000 sono stati annunciati nel febbraio di quest’anno e si tratta di SoC BGA che non possono essere installati nelle schede madre di un normale PC. Si basano su due core x86 Zen+ affiancati da una GPU integrata Vega 3.

Le soluzioni Ryzen Embedded V1000 – del febbraio 2018 – invece hanno 4 core Zen con SMT per un totale di 8 thread e fino a 11 Compute Unit (architettura Vega). Anche in questo caso sono BGA e compatibili con la stessa piattaforma FP5 dei modelli R1000. Nel complesso le due serie di chip coprono un “range di consumo” da 6 a 54 watt. Tutti i processori delle due famiglie saranno disponibili per 10 anni.

AMD ha dichiarato che i sistemi “possono gestire software per la machine vision, il rilevamento di oggetti, l’inferenza e l’analisi grazie ai software dei partner”, oltre a supportare OpenCL e Rocm (Radeon Open Compute).

L’obiettivo di AMD è quello di creare una prima base di mini PC basati sui propri chip ed è verosimile attendersi nei prossimi anni vedremo soluzioni basate su architetture come Zen 2 e le successive. Non è da escludere inoltre che saltino a bordo dell’iniziativa partner di maggiore peso e più consumer, ma questo ce lo dirà solo il tempo.