15 views
0

A quattro anni dall’uscita, The Legend of Zelda Breath of the Wild non smette di stupire i giocatori. L’esclusiva Nintendo Switch è sicuramente uno dei giochi più importanti del decennio appena passato e continua a regalare ancora oggi grandi emozioni, soprattutto dopo la scoperta di un glitch che permette all’action-GdR di poter essere provato da un nuovo punto di vista.

The Legend of Zelda Breath of the Wild

Grazie a questo piccolo errore da adesso è possibile esplorare l’Hyrule di The Legend of Zelda: Breath of the Wild in prima persona. Il risultato è sicuramente di grande effetto e il funzionamento del glitch è davvero molto semplice: utilizzando una combinazione di tasti la telecamera passa alle spalle di Link, lasciando solamente i cuori e le barre nere visibili, rispettivamente in alto e in basso dello schermo.

Non sappiamo se questo “errore” sarà corretto da parte di Nintendo. Quello che però si riesce a vedere dal video diffuso tramite Twitter da un videogiocatore giapponese è sicuramente impressionante: l’esperienza di gioco di The Legend of Zelda Breath of the Wild riesce a diventare ancora più immersiva, molto più vicina ad un western RPG come ad esempio possono esserlo Skyrim o Fallout. Uno stupore maggiore è derivato anche dalla fluidità della visuale, come se fosse programmata ad hoc: non ci sono sbavature, non ci sono strani errori come spesso accade in queste situazioni e tutto sembra funzionare alla perfezione.

Questa piccola scoperta potrebbe spingervi a rispolverare The Legend of Zelda Breath of the Wild per godervi, di fatto, una nuova esperienza. Ovviamente in attesa di scoprire qualcosa di più sul sequel, che ad oggi purtroppo appare ancora molto distante. Secondo voi il 2021 sarà l’anno giusto per avere un first look in merito alla prossima avventura di Link oppure bisognerà attendere ancora un bel po’? Fateci sapere la vostra lasciando un commento alla notizia.