2 views
0

Microsoft ha annunciato la fine del supporto per uno dei suoi sistemi operativi più amati di sempre, Windows 7, nel gennaio 2020. Un anno dopo, sembra che oltre 100 milioni di utenti siano ancora riluttanti ad abbandonare l’ormai non più supportato OS, tuttavia la percentuale sul totale è in calo.

Windows 7 fine supporto

Windows 7 ha raggiunto la fine del supporto a gennaio del 2020, gli unici a ricevere ancora aggiornamenti di sicurezza direttamente da Microsoft sono i PC in possesso delle aziende che hanno deciso di estendere il supporto a pagamento per ulteriori tre anni. Nonostante questo, una grossa fetta di utenti sta ancora utilizzando il sistema operativo Microsoft in questione.

Quando Windows 7 è stato “abbandonato” da Microsoft era ancora utilizzato attivamente da oltre un quarto degli utenti Windows totali, una percentuale che si è fortunatamente ristretta durante il 2020. Nel corso dell’anno appena conclusosi, oltre 100 milioni di utenti hanno dismesso o aggiornato il proprio PC secondo quanto condiviso da Ed Bott su ZDNet.

Ad oggi, quasi un anno dopo l’ultimo aggiornamento rilasciato per Windows 7, ancora un quinto degli utenti Windows sta utilizzando quello che a questo punto è diventato un sistema operativo non più sicuro. Le statistiche di StatCounter (17,68%), NetMarketShare (21,67%) e United States Government Digital Analytics Program (18,9%) differiscono leggermente ma ci danno un’idea dello stato attuale del mercato.

Windows market share StatCounter

Naturalmente la maggioranza della userbase al momento si trova su una delle versioni di Windows 10 disponibili. Il terzo classificato in tutte e tre le classifiche è stato Windows 8/8.1 con fino al 5% del totale, a seconda della statistica osservata. Tutte le fonti sembrano essere d’accordo, l’utilizzo di Windows XP è ora finalmente inferiore all’1%.

Il calcolo delle percentuali reali non è facile, potrebbero esserci milioni di PC che utilizzano una versione datata di Windows che non sono connessi alla rete o che non vengono utilizzati sui siti attivamente monitorati da StatCounter o simili.

È inoltre difficile essere sicuri di quanti PC Windows sono in circolazione e utilizzati attivamente. Un’ipotesi basata sulle ultime statistiche, suggerisce che Windows 7 rappresenta circa un quinto delle installazioni attive di Windows, probabilmente ci sono quindi ancora oltre 100 milioni di PC Windows 7 in uso attivo online alla fine del 2020.

Le aziende da quest’anno avranno un incentivo ulteriore per aggiornare i propri PC in quanto il costo del supporto esteso è raddoppiato a partire proprio da gennaio del 2021.