views
0

Ormai quasi tutti saranno a conoscenza di un problema che sta colpendo vari Nintendo Switch: il Joy-Con Drifting, il quale fa sì che gli analogici (in particolar modo quello sinistro) inviino segnali errati e continui alla console, rendendo impossibile giocare. Non è chiarissimo dove sia il problema: molto probabilmente è di natura hardware e causato dall’usura, e l’unica soluzione sicura al 100% è la sostituzione dell’analogico o addirittura dell’intero Joy-Con.

Nintendo ha già replicato alla questione, affermando che è a conoscenza delle segnalazioni e che invita tutti a contattare l’assistenza. Ora, però, il sito Vice.com presenta un interessante documento interno della casa di Kyoto, ottenuto da una fonte anonima ritenuta affidabile. Ecco quanto è scritto: “I clienti non dovranno fornire alcuna prova d’acquisto per la riparazione dei Joy-Con. Inoltre, non è necessario confermare la validità della garanzia. Se un cliente richiede un risarcimento per una riparazione del Joy-Con già pagata, conferma che sia avvenuta e poi esegui il rimborso.”

Nintendo Switch

Questo significa che, ammesso che sia tutto vero, Nintendo permetterà a chiunque di sostituire i propri Joy-Con gratuitamente. Anche in caso di avvenuta riparazione Nintendo risarcirà gli utenti: secondo quanto segnalato da vari utenti, la riparazione è costata circa 40$, dieci dollari in meno rispetto al costo di un nuovo controller.

Sottolineiamo, però, che Nintendo non ha ancora confermato quanto emerso tramite questo documento e non è quindi possibile considerare queste informazioni come ufficiali. Inoltre, è possibile che questa politica venga applicata solo negli Stati Uniti e non nel resto del mondo. Non possiamo fare altro se non attendere una comunicazione ufficiale da parte della casa di Kyoto. Voi cosa ne pensate?