6 views
0

Nei recenti mesi ha fatto molto scalpore la scelta, da parte di Sony, di chiudere il PlayStation Store di PS3, PSP e PSVITA, dato che secondo gli utenti molti importantissimi titoli si sarebbero persi nel dimenticatoio, senza la possibilità di acquistarli per vie legali. Tuttavia, la compagnia decise di fare un clamoroso dietrofront ascoltando il feedback dei giocatori, scegliendo di lasciare aperti gli store digitali di PS3 e PSVITA. Oggi, però, giunge la strana notizia di una scelta che graverà sulla console portatile.

PlayStation Vita PS Vita

A quanto pare Sony ha deciso di smettere di accettare i software per PSVITA quest’estate. Questo significa che non sarà più possibile pubblicare nuovi titoli sulla piattaforma portatile a partire dai prossimi mesi. Nonostante la compagnia abbia cambiato idea riguardo la decisione di chiudere il PlayStation Store su di essa, applicherà comunque politiche che porranno effettivamente fine alle nuove versioni. Purtroppo, per ora non abbiamo a disposizione una data specifica dalla quale questo cambiamento avverrà.

È stato il publisher Sometimes You a dare l’informazione su Twitter, spiegando che che “le vecchie scadenze per le nuove versioni digitali su PSVITA sono ancora valide”. Ha poi aggiunto che lo store continuerà a funzionare per i consumatori, ma i giochi smetteranno di uscire quest’estate. Questo significa che sviluppatori e publisher abbandoneranno definitivamente la piattaforma portatile, dato che non hanno neanche più modo di considerarla come una scelta di pubblicazione.

Sebbene faccia tristezza sentire queste parole, da un’altra parte non crediamo che questa scelta possa presentare grandi ripercussioni. PSVITA era ormai da tempo considerata una console morta anche per l’assenza di uscite di spessore. Il problema diventa ancor meno importante se consideriamo che il PlayStation Store resterà aperto, e che molti giochi importanti resteranno acquistabili ancora per un po’ di tempo. Ma diteci la vostra: ci sono ancora titoli per PSVITA che non avete giocato? Fatecelo sapere con un commento e restate connessi per non perdere ulteriori novità.