1 views
0

I nuovi processori Intel Core X di decima generazione, basati sul progetto denominato Cascade Lake-X, dovrebbero garantire buoni margini di overclock. Il Core i9-10980XE, la miglior CPU HEDT di Intel, sarebbe infatti in grado secondo l’azienda di raggiungere la frequenza di 5,1 GHz con tutti i core attivi e un sistema di raffreddamento a liquido standard.

Si tratta senza dubbio di un notevole aumento di frequenza, considerando che le specifiche tecniche parlano di 3,8 GHz per quanto riguarda la modalità Turbo su tutti i core (all core). Con 18 core operativi a 5,1 GHz e considerando il prezzo di lancio, dimezzato rispetto al passato, il Core i9-10980XE rappresenterebbe un’ottima soluzione anche per il gaming, non solo per le workstation.

L’arrivo della nuova gamma di processori desktop HEDT è previsto a novembre con un’evidente riduzione dei prezzi rispetto all’ultima generazione. Una cosa assolutamente positiva, considerando che le specifiche sono rimaste praticamente identiche al passato se non per un leggero aumento del clock. Il dimezzamento dei prezzi è probabilmente una strategia per contrastare l’imminente lancio dei processori Ryzen Threadripper di terza generazione.

Tutti i processori della famiglia Core X hanno il moltiplicatore sbloccato, ma le CPU di nona generazione non avevano un grande margine di overclock, mentre con Cascade Lake-X le cose sembrano destinate a cambiare. “È possibile overcloccare ottenendo risultati davvero interessanti”, ha affermato Mark Walton di Intel. “Ad esempio, abbiamo portato il Core i9 10980XE, il processore da diciotto core, fino a 5,1 GHz in laboratorio con un raffreddamento a liquido standard. E questo, credo, su tutti i core”.

Ovviamente a tal proposito ci sono i soliti avvertimenti del caso, ad esempio che tutti i chip non sono uguali ecc… “Questo è solo un esempio di un chip particolare che avevamo in laboratorio”, ha aggiunto Walton, “quindi questo potrebbe non riflettere il margine di tutti i chip. Giusto per essere chiari su questo, ogni chip è diverso, alcuni chip si overcloccheranno meglio di altri, ma la frequenza raggiunta è possibile”.

Il fatto che un processore Intel con così tanti core riesca a raggiungere una frequenza pari se non superiore a circa 5 GHz non suona come una novità assoluta. Al Computex 2018 Gregory Bryant, general manager del Client Computing Group, mostrò uno Xeon W-3175X con 28 core overcloccato a 5 GHz. In quel caso, però, fu usata un’unità di raffreddamento industriale.

In questo caso Intel parla di “raffreddamento a liquido standard”, ed è Walton stesso a rassicurare tutti affermando che “non esiste un’unità di refrigerazione, non c’è niente del genere” e che “quando diciamo raffreddamento a liquido standard, non conosco quello specifico, ma niente che sia fuori dal mondo”.