1 views
0

1.100 metri quadri – distribuiti su due piani – sulla Gran Via di Madrid, una delle strade più trafficate d’Europa e simbolo della capitale spagnola. Sono i numeri del nuovo flagship store di Huawei, il più grande del gigante di Shenzen al di fuori della Cina. Inaugurato il 5 luglio, oltre alla vendita dei dispositivi rappresenterà un po’ il punto di riferimento per gli appassionati del brand e di tecnologia in generale, con formazione gratuita sui prodotti, supporto tecnico e vere e proprie masterclass tenute da esperti al fine di consentire agli utenti di sfruttare al meglio i device.

Una struttura del genere non può essere considerata un semplice “flagship store”. Considerando la recente situazione venutasi a creare tra gli Stati Uniti e Huawei, è evidente come l’inaugurazione di questo luogo rappresenti anche un simbolo. La sensazione è che l’azienda cinese abbia voluto ribadire i propri piani di espansione in Europa dove, assieme a Samsung, si contende ormai la vetta del mercato smartphone, con una crescita di oltre 66 punti percentuali nel Q1 2019 rispetto al medesimo periodo dello scorso anno (dati IDC aggiornati a maggio 2019).

Certo, non abbiamo ancora a disposizione i dati dell’impatto sulle vendite Huawei del ban imposto dagli Stati Uniti. Il business dell’azienda cinese sta però proseguendo, grazie anche alla posizione di vantaggio tecnologico guadagnata in determinati settori chiave. Tra questi, impossibile non citare quello del 5G, con il nuovo standard di rete che, proprio nelle ultime due settimane, ha mosso passi importanti in Italia attraverso Vodafone e TIM.

“I clienti sono e saranno sempre la nostra priorità, indipendentemente dalle sfide che ci troveremo ad affrontare come brand. Abbiamo aperto questo spazio unico al mondo in uno dei luoghi più prestigiosi d’Europa, a testimonianza del nostro costante impegno nei confronti dei nostri clienti, e per dimostrare che per il nostro business nulla è cambiato. Questo è un ulteriore passo avanti nel nostro ambizioso progetto di portare innovazioni rivoluzionarie nella vita di ogni persona” ha dichiarato Walter Ji, Presidente Huawei Consumer Business Group, Western Europe. 

Il Huawei Space di Madrid, entro la fine del 2019, sarà inoltre affiancato da uno spazio simile che verrà collocato nel centro storico di Barcellona. Del resto, Xiaomi sta letteralmente spopolando in Spagna, e chissà che Huawei voglia contrastare questa ascesa attraverso una presenza ancora più capillare nella penisola iberica. Attendiamo comunque ulteriori sviluppi, soprattutto in relazione alla questione del ban imposto dagli Stati Uniti, per adesso sospeso sino a metà agosto. In ogni caso, il gigante di Shenzen è ancora in pista.