2 views
0

Come avete potuto leggere nel nostro articolo onnicomprensivo, sappiamo già molto su Google Stadia, ma questo non significa che tutto sia già stato detto. John Justice, Head of Product e VP di Google Stadia, ha rivelato che il team di sviluppo sta lavorando duramente per aggiungere non solo il cross-play, ma anche la cross-progression in più giochi possibili.

Justice ha affermato: “Stiamo cercando di portare la cross-progression con ogni singolo gioco che uscirà su Google Stadia. Riteniamo sia una parte fondamentale delle prossima generazione. Cerchiamo di far capire che la next-gen è legata enormemente all’apertura: si tratta di essere in grado di giocare con i propri amici, senza farsi limitare da paletti, si tratta di essere in grado di mantenere i propri progressi ovunque si stia giocando.” Justice ha però ammesso che la compagnia sta incontrando un po’ di resistenza. “Non tutte le piattaforme sono d’accordo con noi, in questo, e alcune sono d’accordo, ma solo per qualche titolo e non per altri.

Google Stadia

Justice ha anche menzionato altre caratteristiche, per quanto non sia sceso nel dettaglio. Dopo il lancio, potrebbe arrivare il supporto a periodi di prova gratuiti, parental control e un sistema per introdurre le mod in certi giochi. Infine, gli è stato chiesto quale fosse il principale dubbio del pubblico legato a Google Stadia. Justice ha spiegato che molti non hanno compreso del tutto la differenza tra l’abbonamento Stadia Pro e Stadia Base, pensando che Stadia Pro sia qualcosa di simile a Netflix.

Normalmente per giocare in 4K devo comprare un console o un PC di alta fascia: questo livello tecnologico, noi te lo diamo gratuitamente. La sottoscrizione a Pro va intesa come una cosa opzionale che aggiunge feature extra esattamente come PS Plus e Live Gold. Aggiungono qualche gioco e qualche caratteristica in più. Non solo vi diamo accesso all’hardware con Stadia Base senza farvi pagare, ma non blocchiamo il multiplayer. Molte persone non hanno capito questa cosa, probabilmente perché inizialmente permettiamo di giocare solo a chi preordina la Founder’s Edition, tramite la quale si ottiene tutto in un colpo solo.

Come vi abbiamo già spiegato, infatti, Stadia Pro non dà accesso all’intero catalogo di giochi presenti sulla piattaforma, ma solo a una serie di giochi gratuiti definiti da Google (il primo sarà Destiny 2 La Collezione), oltre alla possibilità di giocare alla massima qualità concessa dal servizio. Stadia Base, invece, “blocca” i giochi a 1080p. Diteci, cosa ne pensate del servizio?