3 views
0

Intel ha annunciato oggi che sta cambiando la sua organizzazione tecnologica ed il suo team esecutivo, il che comprende anche l’uscita di un dirigente chiave. La mossa di Intel arriva a pochi giorni dalla comunicazione relativa al ritardo inerente al passaggio al nodo di produzione a 7nm. Pertanto, oggi la società ha separato la sua divisione Technology, Systems Architecture, and Client Group (TCSG) in cinque gruppi separati ed ha comunicato che il Dr. Murthy Renduchintala, assunto per aiutare a correggere i problemi con il nodo di produzione a 10nm, lascerà l’azienda il 3 agosto 2020.

Ricordiamo che, in occasione dell’annuncio iniziale inerente al ritardo del processo produttivo a 7nm, Intel aveva lasciato aperta la possibilità di dover ricorrere all’uso di impianti di terze parti per produrre i suoi chip. Questo è stato un segno lampante che la società aveva riscontrato gravi problemi nei suoi processi di progettazione e produzione e ha anche suggerito che la compagnia potrebbe aver avuto problemi strutturali che hanno portato alla cattiva gestione del processo di progettazione.

Proprio per questo motivo, la società avrebbe comunicato che il Dr. Murthy Renduchintala, direttore tecnico e presidente del gruppo del TCSG, lascerà l’azienda il 3 agosto 2020. Il rapporto di Intel non specifica se Murthy è stato licenziato o ha lasciato la compagnia di comune accordo, ma, dato il clima attuale, sembra che l’uomo sia stato ritenuto responsabile dei continui ritardi relativi alla produzione a 7nm.

Ecco le modifiche alla struttura della leadership di Intel:

  • Sviluppo tecnologico, guidato dalla dott.ssa Ann Kelleher. Ora si concentrerà sullo sviluppo della tecnologia Intel concentrandosi sui processi a 7nm e 5nm. Il Dr. Mike Mayberry, che ha guidato lo sviluppo tecnologico, sarà un consulente ed assisterà nella transizione fino al suo pensionamento previsto per la fine dell’anno.
  • Produzione ed Operazioni, guidato da Keyvan Esfarjani. Esfarjani ora supervisionerà le operazioni di produzione globali e continuerà il lavoro di Kelleher guidando il lancio dei prodotti e lo sviluppo di nuove capacità di produzione.
  • Design Engineering, guidato nel frattempo da Josh Walden mentre Intel conduce una ricerca per identificare una figura permanente per il ruolo.
  • Architettura, Software e Grafica continueranno a essere guidati da Raja Koduri. Koduri ha la responsabilità di guidare lo sviluppo dell’architettura e della strategia software di Intel ed il portfolio di prodotti grafici dedicati. Sotto la sua guida, Intel continuerà ad investire nel software come risorsa strategica e sviluppare ulteriormente l’ingegneria del software con esperienza nel cloud, piattaforme, soluzioni e servizi.
  • La divisione Supply Chain sarà guidata dal dottor Randhir Thakur, il quale riferirà direttamente al CEO come Chief Supply Chain Officer.

La ristrutturazione odierna è ovviamente stata pensata per riportare la società su una solida strada, ma siamo sicuri che molti altri cambiamenti siano ancora in corso. Il CEO BOB Swan ha annunciato la scorsa settimana che la società avrebbe condiviso più notizie sui suoi piani futuri e su come prevede di correggere i passi falsi compiuti con il processo a 7nm. Per ora, ovviamente, non ci resta che attendere ulteriori comunicati ufficiali da parte di Intel.