2 views
0

Dopo aver tagliato tutti i ponti con la Cina riguardo prodotti e tecnologia di rete, gli USA stanno iniziando a tessere la tela per continuare a supportare ed ampliare il network 5G.

Uno degli operatori Americani, US Cellular, ha deciso di mettere in mano di Nokia lo sviluppo delle reti di quinta generazione. Questo, lo ricordiamo, dopo anni che la rete era affidata a Huawei.

NokiaIn effetti gli operatori Statunitensi non hanno molte alternative, anche perché prima del ban il problema non si è era mai sollevato. Purtroppo nel tempo il nuovo continente non ha mai spinto verso questo settore che, d’altro canto, è ormai indispensabile.

Al momento gli Stati Uniti non hanno soluzioni in casa con un know how sufficiente da mantenere “i lavori” entro i propri confini. Ed ecco quindi la decisione di rivolgersi a Nokia. Ciò che potrebbe fare storcere un po’ il naso agli operatori è che il costo di Nokia è più alto rispetto a quello di Huawei ma ricordiamoci anche che organi Governativi Americani mettono a disposizione un fondo da cui prelevare per finanziare lo sviluppo tecnologico.

US Cellular ha ingaggiato Nokia per sviluppare la sua rete 5G USA aggiungendo bande nello spettro dei 24 e 28 GHz per attivarle dal primo trimestre 2021. Oltre questo, il patto prevede il problem solving e la garanzia di una larghezza di banda e velocità sempre soddisfacente.

Dopo aver messo Nokia ed Ericsson in difficoltà, la Cina perde ufficialmente un mercato molto grande e di pregio. Ne vedremo ancora delle belle.