1 views
0

Molti utenti in tutto il mondo sono appassionati non solo di giocare i loro titoli preferiti, ma anche di scoprire elementi nascosti dagli sviluppatori, come gli amati easter egg o aree altrimenti non accessibili. Viene da pensare a uno youtuber in particolare, Shesez, si occupa proprio di spostare la telecamera di gioco in luoghi lontani, scoprendo sempre interessanti dettagli che i team di sviluppo non pensavano sarebbero mai stati scoperti. Oggi un profilo Twitter ci mostra una scoperta molto particolare che riguarda proprio Luigi, il fratello di Super Mario.

SEGA GT

L’utente Sega Dreamcast Info ha portato alla luce un fatto decisamente molto curioso: mentre stava analizzando alcune gare del prototipo di SEGA GT, per Dreamcast, ha notato che in una delle gare è presente nientemeno che Luigi. Si presenta però come un modello completamente statico e privo di animazioni, fermo nel bel mezzo della strada con un cronometro in mano. Nessuno sa per certo perché Luigi è stato inserito nel prototipo, ma ciò che è certo è che SEGA non aveva i diritti per farlo.

Ricordiamo infatti che fino all’era del Dreamcast, SEGA e Nintendo erano compagnie rivali, molto più di quanto lo sono state Sony e Microsoft negli ultimi decenni. Di fatti, c’è la possibilità che l’introduzione di Luigi in SEGA GT sia un mero scherzo da parte degli sviluppatori, dato che non è presente alcuna menzione del personaggio nella versione finale del gioco. Ancor più probabile è che il suo inserimento abbia uno scopo più correlato al testing delle mappe e delle dinamiche di gameplay.

In ogni caso, è sicuramente molto strano vedere un personaggio Nintendo su una console che non ne porta il nome, a riprova di come SEGA provasse in continuazione a prendere in giro la sua rivale storica. Chiaramente, SEGA non ha commentato ufficialmente la scoperta e probabilmente non lo farà mai, ma il fatto che Luigi sia stato scoperto in un gioco con oltre 20 anni alle spalle lascia incuriositi su quanti altri misteri possano nascondersi dietro l’angolo a decenni dal rilascio.