4 views
0

La next-gen si avvicina sempre di più. PS5 e Xbox Scarlett (o come si chiameranno, visto che nessuno dei due nomi è ufficiale) sono state già svelate, ma solo in parte. Mancano ovviamente molti dettagli e uno dei più importanti è il prezzo. I pronostici sono vari: i 500 dollari sono l’opzione più credibile, ma alcuni propongono valori inferiori, come i 400 dollari, oppure superiori, come 800 dollari. Quest’ultima cifra è assolutamente fuori scala rispetto al mercato console attuale, eppure varie persone si sono convinte che sia il prezzo di PS5. Perché?

Tutto è iniziato all’E3 2019, quanto Michael Patcher, noto analista, ha parlato di vari argomenti con il presentatore Geoff Keighley. Ritrovandosi a commentare il possibile prezzo di PS5, Patcher ha dichiarato che la console costerà 800 dollari. L’analista, però, ha elaborato ulteriormente il proprio pensiero, specificando che ciò che intende è che, molto semplicemente, non riesce a capire come sia possibile aspettarsi un prezzo di 400 dollari con quelle specifiche.

800 dollari è ovviamente un’esagerazione; Patcher stava solo scherzando. È ovvio che PS5 non possa permettersi un costo così elevato: la storia ci insegna che un prezzo di partenza alto è il più grande male per le vendite. PS3, con i suoi 600 dollari, è stata terribilmente ignorata, mentre Xbox One, con i 100 dollari in più rispetto a PS4 (causati dalla presenza del Kinect), ha perso completamente lo scontro al D1, faticando poi a riprendere terreno.

Molti però hanno creduto alle parole di Patcher, senza provare ad andare oltre il loro significato letterale. Diteci, secondo voi quanto costeranno PS5 e Xbox Scarlett? Credete che Sony e Microsoft punteranno a un prezzo basso, vendendo in perdita, pur di piazzare le proprie console sul mercato?