5 views
0

Uno dei difetti più marcati delle piattaforme PlayStation è senza dubbio la mancanza del cross-play su molti titoli. Sony ha sempre dimostrato la volontà di limitare quanto possibile la possibilità di giocare con utenti su altre piattaforme, probabilmente al fine di invogliare ulteriormente le persone ad acquistare le sue console. Con il tempo, però, sempre più titoli sono riusciti a ottenere il consenso del colosso per permettere ai propri giocatori di entrare in match con amici su Xbox o PC, per fare degli esempi.

jack tratton andrew house playstation

Oggi veniamo a scoprire che Sony ha in mente un’ulteriore espansione della funzionalità di cross-play, per ora possibile sulle console PlayStation solo con titoli come Rocket League, Fortnite o Call of Duty Warzone. Ai microfoni di Axios, Jim Ryan stesso ha affermato che “supportiamo e incoraggiamo il cross-play”, ricordando che i succitati titoli già prevedono questa possibilità e rassicurando che il numero di giochi per PS5 e PS4 che supporteranno il cross-play continuerà a salire.

Il presidente e CEO di Sony Interactive Entertainment vuole così garantire a tutti i giocatori che stanno lavorando per permettere il cross-play su molte altre opere. Tuttavia, al momento non ci sono altre interessanti informazioni in merito alla volontà, né abbiamo dettagli su quali titoli potranno supportare questa funzione in futuro. Ciò che sappiamo per certo è che se anche PlayStation 5 e PlayStation 4 inizieranno a offrire a tutti la possibilità di giocare con i propri amici su altre piattaforme, sia gli utenti che i publisher potranno trarne vantaggio.

PlayStation 5 - logo

La presa di posizione di Sony PlayStation non è mai stata particolarmente aperta in merito alla faccenda, ma vedere che Jim Ryan stesso ha deciso di fornire delle risposte ufficiali è sicuramente un segnale positivo. Tuttavia, sembra che Sony sia l’unica compagnia a chiedere compensi per l’utilizzo del cross-play, motivo per cui probabilmente possiamo aspettarci lo stesso comportamento anche nei confronti di Xbox o Nintendo, per citare degli esempi.