12 views
0

Se per le console più vecchie non ci sono problemi a far girare emulatori su PC, il discorso è decisamente diverso quando ci approcciamo a piattaforme come PS4 e Xbox One. Complice anche una sorta di rilassamento della scena e ovviamente un’architettura sempre più complessa, oramai i vari emulatori non sono mai in grado di offrire un’esperienza di gioco veramente fluida. Nonostante ciò, per la vecchia console di casa Sony i lavori vanno comunque avanti, e nel corso delle ultime ore un nuovo video pubblicato su YouTube ci ha mostrato i grandi passi in avanti fatti proprio in merito all’emulazione della console del colosso nipponico.

Esistono diversi emulatori di PS4, ma al momento solamente lo Spine sembra essere in grado di far girare un nutrito catalogo di giochi. Come testimoniato dal canale YouTube John GodGames Emus, infatti, Spine è attualmente in grado di reggere ben 125 giochi del catalogo di PlayStation 4. Un numero decisamente impressionante, che tra l’altro fa riferimento a una build piuttosto vecchia, ovvero quella di maggio 2022.

Nel filmato, che potete trovare poco più in basso, non sono presenti i giochi più esosi a livello di risorse come Bloodborne o Ghost of Tsushima. Nonostante ciò, nel video (che dura ben tre ore) sono presenti sia giochi in 2D che 3D, che dimostrano le potenzialità dell’emulazione della console. Ora tutto è nelle mani dei programmatori, che dovranno continuare a lavorare per poter offrire un’esperienza di gioco sempre migliore.

https://youtu.be/FmmLri21EHM

Ci vorrà ancora un po’ di tempo prima che l’emulazione di PS4 possa arrivare su livelli soddisfacenti. Non aspettiamoci dunque risultati importanti nel corso dei prossimi mesi, ma con un po’ di pazienza sarà probabilmente possibile arrivare ai livelli di PS3, che ha saputo dare nuova vita anche a giochi particolarmente interessanti e dimenticati dalla stessa Sony, complici ovviamente alcune caratteristiche tecniche riviste completamente.