2 views
0

Ormai la situazione era diventata quasi insostenibile, i giocatori di tutto il mondo si stavano cominciando a stancare della situazione cheating che attanaglia comunque ancora oggi Call of Duty Warzone. Al momento uno dei titoli di Activision più giocati al mondo il battle royale della serie più amata di sempre dai giocatori console sembra avere finalmente un nuovo anti cheat che mira ad essere forse “l’arma” defintiva contro cheater e persone che utilizzano bug per riuscire ad avere la meglio.  L’annuncio era già stato previsto anche grazie a dei tweet ufficiale e dei comunicati diramati a tutti i giocatori di Warzone. Un po’ come un chiamata alle armi da parte di Activision per far capire che la lotta è appena iniziata.

Warzone

A questo punto non ci resta che presentarvi Ricochet! Questo il nome scelto dai ragazzi del team di Call of Duty per il loro software di anti-cheating. Non potevano sicuramente fare di meglio per un titolo di guerra soprattutto cosi frenetico come Warzone. Alla base del sofware vi è ovviamente un sistema di controllo “a livello kernel”. Di questo tipo di software ne avrete sicuramente già sentito parlare anche grazie al sistema adottato da Riot per il suo “Vanguard”. Già all’epoca ci furono non poche lamentele da alcuni giocatori, perché questo tipo di software agiscono in profondità e se messi nelle mani sbagliate possono arrivare anche a danneggiare le macchine.

Ma ovviamente Activision ha fatto chiarezza anche su questo e sembra che il sistema non sarà attivo H24 sulla vostra macchina ma si attiverà in base a quando giocherete a Warzone. In realtà a distanza di mesi dall’arrivo di Vanguard abbiamo già avuto modo di vedere come questa sia davvero una delle poche armi che vengono messe a disposizione dei giocatori e che permettono realmente di dare vita breve ai cheater.

Sviluppare dei software in grado anche di bypassare questo livello di sicurezza è sicuramente molto più complicato e non sarebbe un lavoro da tutti. Detto questo, se avete interesse a scoprirne ancora di più vi rimandiamo alla pagina ufficiale di presentazione. Non ci resta che attendere l’update con l’anti-cheat e capire quali saranno i primi risultati!