3 views
0

Come ben saprete la scorsa settimana purtroppo gli USA sono stati al centro della cronaca internazionale a causa di una serie di sparatorie che hanno riportato alla ribalta il discorso su armi e videogiochi violenti all’interno del territorio americano. Un argomento che negli USA in particolare è decisamente caldo.

Teatro di una delle tragedie, più precisamente quella avvenuta ad El Paso in Texas, è stato un Walmart, con la catena che ha reagito duramente a tale vicenda, prendendosela particolarmente con i videogame violenti. Come vi avevamo infatti raccontato qualche giorno fa, la catena ha infatti comunicato ai propri dipendenti di “rimuovere dal proprio negozio ogni accenno o display che contiene immagini violente o un comportamento aggressivo. Si devono rimuovere dal punto vendita o spegnere questi oggetti immediatamente”.

La situazione, considerando come le armi da fuoco sono ancora liberamente acquistabili nei vari Walmart, ha presto preso una brutta piega e sono piovute innumerevoli critiche al celebre retailer. Walmart ha quindi recentemente cercato di smorzare i toni, dichiarando che tale decisione è stata presa come segno di rispetto per le vittime delle stragi della settimana scorsa e che non si tratta assolutamente di una modifica a lungo termine.

Il tutto sarebbe quindi semplicemente un gesto di rispetto nei confronti di vittime e familiari dei fatti della scorsa settimana e presto dovrebbe tornare tutto alla “normalità” nei vari punti vendita. La situazione riguardo armi da fuoco e videogiochi violenti, però, è lungi dal dichiararsi conclusa negli USA.

Che ne pensate di questa notizia, dopo le dichiarazioni fatte dalla celebre catena ritenete più sensata la decisione presa da Walmart? Qual’è il vostro personale punto di vista su questa delicata situazione? Fateci sapere che ne pensate direttamente nei commenti!