3 views
0

In questo periodo di quarantena, noi videogiocatori stiamo sfoltendo il nostro backlog di videogiochi, cercando di vivere nel miglior modo possibile una situazione tutt’altro che positiva. Molti di noi, però, sono sempre in cerca di novità e per fortuna sviluppatori ed editori stanno venendo in nostro soccorso. Oltre ai giochi gratis  regalati da Ubisoft stessa, anche su Steam arrivano di tanto in tanto titoli completamente gratuiti. Oggi è il turno di Regions of Ruin.

Parliamo di un gioco di ruolo bidimensionale, a scorrimento laterale. Regions of Ruins, rilasciato originariamente nel 2018, propone meccaniche da town-bulding, esplorazione, combattimenti ed un mondo aperto da dominare. La valutazione del gioco è “Molto positiva” con un 86% di recensioni positive su 2.127: pur trattandosi di un piccolo gioco indipendente, quindi, sembra essere di alta qualità.

All’interno di Regions of Ruins è possibile trovare una mappa realizzata a mano (non ci sono ambienti realizzati proceduralmente), molteplici missioni secondarie e principali da completare e molto loot. Dovremo salvare nani e farli unire alla nostra città, inviandoli anche a raccogliere risorse nel mondo esterno così da potenziare e ampliare il centro abitato. Il sistema di combattimento si basa inoltre sulle statistiche e sui livelli, oltre che su una serie di abilità che determineranno il sistema di combattimento.

Il gioco, ripetiamo, è attualmente gratis su Steam ma solo per poco: sarà disponibile fino alle 08.00 di domani, 7 aprile 2020. Inoltre, trattandosi di un titolo 2D, non è necessaria una macchina da gioco di alto livello per poterlo eseguire; ecco i requisiti di sistema minimi indicati dagli sviluppatori:

  • Sistema operativo: Windows 7
  • Processore: 1 GHZ intel core I5
  • Memoria: 512 MB di RAM
  • Scheda video: Nvidia o Amd sopra i 512 MB dedicati
  • DirectX: Versione 9.0c
  • Memoria: 900 MB di spazio disponibile
  • Scheda audio: Qualsiasi cosa funzioni