8 views
0

Colpo di scena! Nelle prime ore della serata italiana, Sony ha acquisito Bungie, lo studio dietro la serie di Destiny e i creatori di Halo. L’annuncio è arrivato dalle pagine di Games Industry, intorno alle 19:00, quando in borsa si erano fermate le trattative sulle azioni del colosso nipponico.

Bungie

Come si evince dagli articoli comparsi online, Sony ha acquisito Bungie per una cifra pari a 3,6 miliardi di Dollari. “Abbiamo instaurato una forte partnership con lo studio fin dal primo episodio di Destiny e non potrei essere più emozionato nel dare il benvenuto al team di sviluppo nella famiglia PlayStation”, le parole di Jim Ryan, presidente e CEO di Sony Interactive Entertainment. Un deal importante, che arriva al termine della relazione della software house di Seattle dopo un accordo quasi decennale con Activision.

“Saremo ancora autori del nostro destino. Continueremo a pubblicare in maniera indipendente i nostri giochi. Con il supporto di Sony Interactive Entertainment, vedrete una accelerazione nel nostro lavoro, assumendo talenti per tutti i dipartimenti. Con Sony il nostro potenziale è spinto verso l’ignoto. I nostri futuri giochi continueranno ad andare oltre i confini di ciò che è possibile”, si legge invece nel comunicato pubblicato sul sito ufficiale della software house.

Al momento l’acquisizione di Bungie è ancora da finalizzare. Una volta terminata, lo studio continuerà a lavorare in maniera indipendente. Sony ha infatti affermato che lo studio resterà libero di pubblicare in totale autonomia i suoi giochi e raggiungere tutti gli utenti. Nessun contratto di esclusività: la prossima IP dello studio potrà tranquillamente essere multipiattaforma. Continua, ovviamente, il supporto al franchise di Destiny e nessuna piattaforma verrà esclusa dai prossimi update.

Bungie è da sempre stato un marchio molto vicino ad Xbox. Come abbiamo detto poco sopra, il team di Seattle ha dato vita al franchise di Halo sulla piattaforma di casa Microsoft. Lo studio di sviluppo si è slegato dalla casa di Redmond e giusto nelle scorse settimane Phil Spencer aveva espresso un rammarico non da poco per non essere riuscito a trattenere il team.