4 views
0

Mentre qui in Occidente si parla di ciò che Xbox Series X e PlayStation 5 ci offriranno, sembra proprio che in Oriente le cose non stiano andando nel migliore dei modi. Nel corso di queste ultime ore si è infatti presentato un fatto quantomeno peculiare che ha coinvolto il Playstation Store e, più in generale, tutto ciò che concerne il PSN cinese. A quanto pare, sembrerebbe proprio che dalle 7 del mattino di oggi, 10 maggio, l’intero servizio sia stato totalmente bloccato in Cina a causa di presunti e non meglio specificati problemi relativi alla sicurezza del sistema. Il problema sarebbe stato rivelato da numerosissimi utenti che si sono riversati sul web in cerca di notizie, anche se per il momento non sono stati rilasciati dettagli.

Secondo l’analista Daniel Ahmad, il blocco deriverebbe da alcuni aggiornamenti relativi ai sistemi di sicurezza del PSN, cambiamenti che però hanno richiesto uno spegnimento forzato dell’intero servizio. In verità, anche queste dichiarazioni non sono state comprovate da alcun fatto o annuncio specifico e, conseguentemente, in molti sono dubbiosi sulla reale motivazione del blocco. Tra l’altro, non solo non è stato annunciato nulla in merito a una momentanea sospensione dei servizi da parte di Sony, ma per il momento non sono state neanche rivelate informazioni relative a quando il Playstation Network tornerà operativo.

In verità, molti giocatori cinesi pensano che la situazione sia più problematica di quanto ipotizzato e che il tutto sia relativo a come il servizio viene utilizzato dagli utenti. Le pesanti restrizioni del mercato cinese hanno infatti portato moltissimi titoli a non venir mai rilasciati sul territorio, fatto che ha spinto innumerevoli giocatori a realizzare account fasulli per potersi così collegare agli store esteri, una mossa che permette di aggirare i blocchi regionali che il governo cinese ha imposto fin da quando le console hanno cominciato a espandersi anche sul territorio cinese.

Alle innumerevoli speculazioni, Sony ha risposto con un Tweet dove viene confermato il blocco per degli aggiornamenti sulla sicurezza, ma la vaghezza del messaggio ha reso scettico più di un utente. Sono tanti, inoltre, a pensare che gli aggiornamenti siano stati pensati proprio per cercare di arginare le problematiche relative agli account fasulli, magari limitando le possibilità di creare account esterni in grado d’aggirare i blocchi cinesi, ipotesi che sta generando un certo malcontento ben palpabile sui social.