2 views
0

Come ben saprete da tempo il mondo dei videogiochi si sta muovendo al pari passo con la tecnologia sfruttandola sempre di più per raggiungere un pubblico più nuovo e giovane. Google e Nvidia sono i grandi nomi che si sono affacciati nel panorama solo nell’ultimo periodo, con il primo che è inciampato più volte in questi mesi. Il servizio gaming cloud offerto da Nvidia, invece, pare suscitare decisamente molto più interesse rispetto a Stadia.

GeForce Now

Il servizio di Nvidia ha offerto a tutti i membri, l’accesso ad un parco titoli enorme. Un numero di esperienze decisamente impressionante che farà felici migliaia e migliaia di giocatori in tutto il mondo . Proprio in queste ore Nvidia ha dichiarato che 12 giochi del corposo parco titoli hanno ricevuto delle “modifiche silenziose”, limitando il frame rate garantendo così prestazioni costanti.

Sembra che Nvidia stia facendo questo giochetto da diverso tempo e per questo, per evitare qualsiasi problema, ha deciso di creare un sito web apposito che spieghi la pratica. Facendo un giro sui vari siti, si è scoperto infatti che dallo scorso anno la gente si lamentava, ad esempio, dei fotogrammi al secondi di Cyberpunk 2077 (45) oppure di Assassin’s Creed Odissey, Immortals Fenyx Rising ed altri ancora che non andavano oltre i 50fps.

Nvidia ha quindi deciso di correre ai ripari vuotando il sacco. Tale modifica, ovviamente, era stata eseguita solo a fin di bene e specialmente su una manciata di titoli rispetto ai più di mille proposti. Nvidia ha dichiarato a The Verge che il suo livello di RTX 3080 al momento non ha nessun limite di frame rate, ma ha tenuta aperta la possibilità che un giorno possa aggiungere qualche paletto in merito.