14 views
0

Marvel’s Avengers, il famoso videogioco arrivato con un’aspettativa non meno grossa della delusione che ha suscitato nell’utenza, continua a non andare nella direzione che gli sviluppatori stavano cercando. Sin dal suo rilascio il titolo non è stato per niente ben accolto dall’udienza, con i giocatori che continuavano a calare giorno dopo giorno, fino ad arrivare addirittura a causare difficoltà nel matchmaking, creando un’attesa di quasi 30 minuti per trovare una partita.

Marvel Avengers

Alla luce di tutti i problemi causati dalla mancanza di utenza, gli sviluppatori si sono sicuramente sentiti pressati nell’aggiungere contenuti all’interno del gioco che potessero risvegliare l’interesse dei giocatori per attirarli su Marvel’s Avengers, ma è evidente che, purtroppo, non è servito a molto. È probabilmente per questo che Square Enix e Crystal Dynamics sono arrivati a prendere una decisione che nessuno si sarebbe mai aspettato, considerando soprattutto il fatto che questi avevano promesso che non sarebbe mai stata un’opzione.

In Marvel’s Avengers sono stati aggiunti degli oggetti che nessuno sperava che avrebbe mai visto al suo interno: stiamo parlando di boost di XP e di collezione di risorse a pagamento, i quali andranno ad assicurare agli utenti di spendere meno tempo all’interno del gioco per migliorare, in cambio di soldi. L’opera, che fino a poco fa includeva microtransazioni soltanto per cosmetici, ha adesso preso la via del pay-to-win, e la community non è per niente contenta al riguardo.

Marvel Avengers

Il gioco sta infatti venendo enormemente criticato dall’utenza, la quale si ricorda bene della promessa fatta dagli sviluppatori soltanto nel 2019, che è appena stata rotta senza alcun tipo di preavviso. Le conseguenze che ciò potrebbe avere su Marvel’s Avengers le vedremo nei prossimi giorni, ma tutto ciò potrebbe facilmente portare il titolo ad una discesa ancora più rapida, dato che adesso anche la community che usufruiva attivamente di Marvel’s Avengers è delusa dall’andamento.