1 views
0

Tencent, un colosso mediatico cinese che ha molta influenza nel panorama internazionale, starebbe per acquisire Crytek, casa di sviluppo nota per la serie sparatutto Crysis e il suo motore di gioco CryEngine, usato per numerosi videogiochi di terze parti.

Crytek era da tempo in discussione con diversi compratori, ma in questo momento sembrerebbe averla spuntata proprio il colosso cinese. L’operazione commerciale, che girerebbe intorno ai 300 milioni di euro, sarebbe gestita da una società europea che è una sussidiaria di Tencent, e non dall’azienda in prima persona.

Tencent ormai ha un approccio tentacolare nel mondo dell’intrattenimento, tra quote di partecipazione in grandi aziende, partnership solide e tante acquisizioni come quella di cui stiamo parlando in questo momento. L’indiscrezione viene dal sito tedesco Bild.de, il quale, tuttavia, aggiunge un po’ di pepe e sensazionalismo spicciolo alla notizia di questa proposta di acquisto: secondo la testata ci sarebbe addirittura il coinvolgimento dei militari cinesi per le simulazioni militari di Crytek. Queste ultime informazioni non sono assolutamente verificate e, anzi, il giornalista che si sarebbe occupato dello scoop afferma in un tweet di non aver ricevuto nemmeno risposte a riguardo né da Tencent né da Crytek.

Tencent è quasi sempre al centro delle polemiche, a volte con ragione come nel caso della privacy, a volte con invenzioni, proprio per le sue modalità aggressive di investimento e di collaborazione, una sorta di prezzemolino in ogni minestra. Per identificare meglio l’approccio di Tencent con aziende e prodotti mediatici, per esempio, prendiamo in esame le operazioni dell’azienda di questo periodo: proprio nel mese di luglio sta per uscire Pokémon Unite, un MOBA delle creature tascabili prodotto in collaborazione con Nintendo, che sarà esclusiva di Switch, iOS e Android. Tale collaborazione con la Grande N, dall’altro lato, vede anche Tencent come distributore ufficiale delle console Nintendo Switch in Cina.