6 views
0

Un battle royale della grandezza di Call of Duty Warzone permette ai giocatori di scegliere le strategie preferite da adottare per assicurarsi la vittoria della partita, ed ecco che un giocatore, conosciuto su Reddit come ssieK, ha condiviso la sua strategia letale utilizzando un’arma che,  sebbene si parli molto nella community della sua “scorrettezza“, si è rivelata spesso molto affidabile.

Stiamo parlando delle revolver, armi secondarie che nel corso della storia di Call of Duty si sono guadagnate un posto tra le armi più forti , capaci di uccidere in due, massimo tre colpi dalla lunga distanza, e in Call of Duty Warzone non sono da meno, come dimostrato dalla clip di un minuto circa caricata da ssieK sul subreddit dedicato a COD. Il ragazzo ha intitolato il video sarcasticamente “Queste revolver non sono assolutamente sbilanciate“, e possiamo notare la sua velocissima killstreak che lo ha portato in pochissimo tempo a guadagnarsi la vittoria, essendo l’ultimo membro rimasto del suo team.

These revolvers are not broken at all from r/CODWarzone

Potete notare la potenza delle due pistole, che con un paio di colpi riescono ad atterrare un giocatore avversario: in questo caso, ssieK aveva equipaggiato le sue revolver con un mirino laser sottocanna, l’accessorio Snakeshot, che sostanzialmente trasforma l’arma in un piccolo fucile a pompa, e il perk Akimbo. Solo poche settimane fa, un altro giocatore aveva scoperto un glitch inerente alle pistole equipaggiate con il perk Akimbo, che permetteva di utilizzare munizioni infinite sulle armi, a causa di un errore del gioco che non riconosceva l’esistenza di un’altra arma nella mano sinistra del proprio alter-ego: in questo caso, però, si tratta semplicemente della potenza dell’arma stessa, unita alla bravura del giocatore e, perchè no, anche ad un bel pò di fortuna.

Nei commenti del video si è subito scatenata una polemica da parte della community, dato che in molti considerano la revolver un’arma troppo forte e che va nerfata quanto prima, proprio a causa del danno che infligge utilizzando gli Snakeshots e il perk Akimbo, rivelandosi addirittura più letale di un fucile a pompa, che in tutti i Call of Duty è l’arma per eccellenza per gli scontri a distanza ravvicinata. Voi cosa ne pensate della clip mostrata? Credete che la vittoria, in questo caso, sia da attribuire alla bravura del giocatore, alla fortuna, o alla potenza della revolver Akimbo?