2 views
0

ADATA ha svelato la nuova linea di SSD Falcon. Queste soluzioni hanno un fattore di forma M.2 2280, sono basate su chip Flash NAND 3D e utilizzano fino a quattro linee PCIe 3.0. I nuovi SSD sono disponibili in tagli con capacità compresa tra i 256GB e i 2TB e sfoggiano un dissipatore in lega di alluminio, con scanalature incise per un design moderno e una migliore dissipazione del calore.

Manca il supporto allo standard PCIe 4.0, ma le prestazioni sono comunque interessanti. i nuovi SSD Falcon di ADATA offrono una velocità in lettura di 3,1GB/s e di 1,5GB/s in scrittura sequenziale, mentre le prestazioni in lettura e scrittura casuale raggiungono i 180K IOPS. Il dispositivo è operativo a una temperatura compresa tra i o°C e i 70° Celsius e resiste a urti d’onda semisinusoidale di 1500G fino a 0,5ms. La garanzia è di 5 anni e l’azienda dichiara un monte ore fra i guasti (MTBF) di circa due milioni di ore. Elevata anche la resistenza: ADATA dichiara che gli SSD Falcon possono gestire fino a 1200 terabyte scritti (TBW).

Questo SSD supporta la tecnologia ECC LDPC (Low-Density Parity-Check), che permette di rilevare e correggere errori, al fine di garantire l’integrità dei dati e quindi godere di una durata estesa, e la crittografia AES a 256 bit per la protezione dei dati. Falcon sfrutta il protocollo Host Memory Buffer (HMB), che utilizza la memoria di sistema come cache degli indirizzi e di alcuni dati. Non c’è DRAM ma è presente l’SLC caching, che utilizza dei chip NAND SLC come cache per velocizzare ulteriormente le prestazioni e non avere cali troppo marcati in caso di carichi di lettura e scrittura prolungati.

Per ulteriori informazioni, vi rimandiamo alla pagina ufficiale del prodotto; per il momento non ci sono dettagli in merito a un’eventuale disponibilità nel nostro paese.