5 views
0

Nel corso degli anni passati, special modo durante il corso dell’E3 dell’anno scorso, Microsoft ha annunciato durante la sua conferenza l’acquisizione di alcuni studio di sviluppo first-party. Una tattica che si è rivelata essere di gran successo. Durante il corso dell’ultima conferenza tenutasi con i suoi investitori, il CEO di Sony, Jim Ryan, ha fatto presente quanto possa essere importante una strategia del genere.

Sony sta quindi pianificando di espandere ulteriormente i propri orizzonti tramite l’acquisizione di nuovi studi di sviluppo first-party. In passato l’azienda giapponese preferiva aprire nuovi studi di sviluppo, piuttosto che acquisirne alcuni già attivi e avviati nel settore dello sviluppo di videogame. Così facendo Sony accrescerà il suo organico interno, incrementando così il suo numero di sviluppatori. L’ultima studio acquisito dal colosso nipponico che proprietario di PlayStation è stato Sucker Punch nel 2011, lo studio di sviluppo che ha dato vita al famoso franchise inFamous e attualmente a lavoro sulla nuova IP Ghost of Tsushima.

Questa strategia permetterà all’azienda di ampliare di più la sua forza lavoro e rafforzare i propri team di lavoro interni, per poter diminuire i tempi di sviluppo sui suoi franchise e in vista dell’uscita di PlayStation 5. Al momento, purtroppo, non abbiamo idea di quali studio abbia in mente di acquistare, o abbia già acquisito, Sony. Speriamo di ricevere notizie al più presto, magari durante uno dei suoi State of Play. Nel suo ultimo State of Play dedicato al mondo PlayStation, l’azienda giapponese ha presentato nuovi giochi tra cui il Remake di Final Fantasy VII, e MediEvil oltre ad alcune nuove IP.

Sony continua a espandere i propri orizzonti anche grazie al nuovo studio di produzione PlayStation Production. Qui trovate il primo franchise confermato che diventerà una serie televisiva.

Cosa ne pensate della strategia che Sony vuole continuare a percorrere? Siete d’accordo con quanto affermato?