9 views
0

A seguito delle nuove regole imposte dall’AGCOM circa il blocco e l’attivazione di tutti i servizi premium in abbonamento forniti sia attraverso SMS/MMS, sia tramite connessione dati su rete mobile, WindTre è corsa ai ripari ed ha avviato una campagna d’informazione rivolta ai propri clienti attraverso SMS.

WindTre - copertina

Dal 21 marzo infatti, sarà attivato gratuitamente ed in automatico il blocco dei servizi VAS sia sulle numerazioni prepagate che su quelle post-pagate. Il termine VAS sta per value-added service e fa riferimento a tutti quei servizi a pagamento offerti con addebito sul credito telefonico o direttamente in fattura, come il meteo, l’oroscopo o le suonerie.

Parliamo quindi di tutti quei servizi che a volte capita di attivare senza neanche aver dato l’espresso consenso al fornitore ed a cui ci si abbona magari perché per sbaglio si è toccata una pubblicità o un banner comparso mentre si stava navigando su una pagina internet.

WindTre su WhatsApp

Già dal 18 ottobre 2020, WindTre aveva deciso di bloccare di default i servizi VAS su tutte le nuove SIM, motivo per cui quanto deciso è applicabile ai clienti che hanno acquistato una SIM in precedenza e nel caso di abbonamenti già attivi a sovrapprezzo, quest’ultimi verranno disattivati automaticamente.

La società tiene poi a ribadire che sarà possibile disattivare o riattivare in maniera del tutto gratuita il blocco di questi servizi attraverso diverse modalità. Il blocco è modificabile chiamando il servizio Clienti raggiungibile al 159, attraverso il servizio di chat, inoltrando una PEC all’indirizzo servizioclienti59@pec.windtre.it oppure tramite i punti vendita WindTre sparsi su tutto il territorio italiano, compilando e firmando il modulo dedicato.

Foto generiche

Sul sito di WindTre è poi possibile leggere quanto segue utile a chiarire meglio l’esatta procedura da seguire: “Dopo aver richiesto lo sblocco o un nuovo blocco, ti verrà inviato un messaggio di presa in carico della richiesta. Lo sblocco o un nuovo blocco saranno effettivi entro 24h dalla tua richiesta. Nel caso tu sia minorenne, la richiesta di blocco/sblocco deve essere effettuata dai tuoi genitori o da chi ha la potestà genitoriale.”

Insomma si tratta davvero di una bella notizia che permetterà a tanti ignari utenti di ritrovarsi inaspettatamente usurpati.