3 views
0

Da un un po’ di tempo a questa parte si è sentito molto parlare di Epic Games Store e degli accordi che è riuscito a stringere per poter rendere esclusivi determinati giochi, anche se solamente per pochi mesi. La lotta contro la piattaforma Steam si fa sempre più accesa e a parlarne troviamo il co-fondatore e CEO di Rebellion Developments Jason Kingsley.

Durante un’intervista, Kingsley ha parlato di svariati argomenti come il lancio di Google Stadia, di cui è molto entusiaste e non vede l’ora, e delle esclusive Epic Games Store. Non sembra che i fan dei giochi sviluppati da Rebellion Developments abbiano da temere qualcosa in particolare dato che, come spiegato dallo stesso Kingsley, è improbabile la considerazione di dare dei giochi in esclusiva all’Epic Games Store. Allo stesso tempo il CEO ha affermato che capisce le ragioni di Epic e la strada che ha deciso di intraprendere.

Non sono un gran sostenitore delle esclusive. Per me il rapporto con il consumatore è estremamente importante ed è anche importante pensare a quante persone possano comprare il gioco, a prescindere dalla piattaforma” ha affermato Kingsley. “Ascoltiamo i nostri fan nel miglior modo possibile. Voglio essere giusto con i fan e dare a loro la scelta di acquistare il mio gioco sulla piattaforma che più preferiscono. Capisco però il caso aziendale di Epic Games e che voglia indirizzare alcuni giocatori sulla propria piattaforma. 

Concludendo Kingsley afferma che i loro piani futuri non prevedono di dare l’esclusività a qualcuno perché a detta sua è molto “disonesto”. Crede comunque che la concorrenza tra Epic e Steam possa giovare in qualche modo al mercato videoludico su PC, perché in ogni lavoro avere una buona dose di competizione ti porta a fare sempre di meglio.